“Stiamo imparando sulla nostra pelle che l’organismo che distrugge il proprio ambiente distrugge sé stesso” –
Gregory Bateson, Verso un’ecologia della mente, 1972

Grazie alla sinergia nata tra Miriam Corongiu, del blog “Georgika – Terra dei Fuochi. E di vita”, “Decrescita Felice Social Network”, “MDF – Movimento per la Decrescita Felice Salerno”, “Società Cooperativa Sociale L’Uomo e il Legno” e “Briganti”, forze “buone” che si adoperano per la salvaguardia del territorio, il 16 ottobre prossimo, si terrà, a Caivano, il convegno “Fuoco Nero – rifiuti tossici e trivelle a Sud”, un evento dalle finalità etiche e sociali, teso a sostenere un’operazione culturale che vuole informare e sensibilizzare su quelli che sono i mali che sconvolgono e minacciano i nostri territori e la nostra vita: rifiuti tossici e trivellazioni selvagge. Il convegno nasce come momento di confronto tra le diverse realtà del Sud che si trovano costrette a difendere l’ambiente, la salute e la vita, dal malaffare, da un obsoleto modello culturale e da un complesso quadro normativo costruito a esclusivo vantaggio del profitto economico di pochi.